Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Visto l'imprevisto capitato al Tricker, avevo accesso facile alla testa del motore avendo gia smontato un bel pò di parti, quindi mi sono avventurato nel verificare lo stato delle valvole. Sapevo che non aveva mai fatto questo controllo dal precedente proprietario, ma speravo di trovarla ancora entro i margini avendo meno di 25.000 km in totale. Il lavoro concettualmente non è troppo complicato, ci vuole però una certa manualità per capire come interpretare le tolleranze e sopratutto tanta calma e pazienza. Le valvole devono essere in rilascio, quindi il pistone deve essere in una determinata posizione per far si che le due valvole siano chiuse completamente. La chiusura completa delle valvole si ha in compressione, il pistone deve essere nel punto morto superiore e, per trovare questa posizione, ci sono dei riferimenti da andare a scoprire. A questo link l'origine di tutto il problema che mi ha portato a questo lavoro.

      

Si devono aprire i due tappi di ispezione sul lato sinistro, quello centrale da accesso al dado che consente di afferrare l'albero motore con la chiave a T per far ruotare l'albero stesso. Poco più su c'è il tappo più piccolo (foto in alto a destra) che premette di trovare il riferimento da allineare in alto. Gia con quest'allineamento, il pistone è nella posizione corretta, c'è però un altro riferimento, che ritengo sia più preciso dall'altra parte del motore, in alto sulla testa. Dalle foto qui sotto, si vede che togliendo il tappo di copertura, si accede alla corona dell'albero a camme che guida il movimento delle valvole, e anche qui è presente un riferimento ulteriore da allineare (Foto al centro qui sotto). Ritengo che questo sia un riferimento più preciso dell'altro in basso e molto più facile da individuare. 

      

Con i riferimenti in posizione, le valvole sono chiuse e i bilancieri sono sollevati alla massima altezza, ed è possibile misurare con uno spessimetro l'esatta distanza tra le parti nel punto di contatto tra bilanciere e valvola. Il manuale d'officina da i giusti valori di tolleranza entro cui queste misure devo stare. Nelle foto qui sotto, i valori che ho trovato indicano che la valvola dello scarico, è entro la tolleranza, vicino al limite minore che va anche bene visto che con il tempo e i chilometri, quel valore può solo che aumentare. Dovrebbe stare tra 0,10 mm e 0,15 ed è a 0,102 mm o poco più, forse 0,11 mm visto che sentivo che lo spessimetro scorreva ancora con una certa facilità tra le parti. E' un pò una fortuna che non sia da registrare perchè riuscire a lavorare su quella valvola, è quasi impossibile essendo ostacolata dal telaio e altre parti. Diversamente, la valvola di aspirazione è di molto fuori tolleranza. Dovrebbe essere tra 0,05 mm e 0,10 mm e l'ho trovata a 0,152 mm. Questo vuol dire che in aspirazione il motore non respira al massimo delle sue possibilità. Considerando un valore medio nel range di tolleranza, perde circa 0,07 mm di apertura della valvola. Sistemando questo valore magari si guadagna un 5/10% in prestazioni.

      

Prima di fare la regolazione, ho voluto ripristinare l'olio verificando che andasse in circolo fin sopra la testa del motore e ho riesumato poi anche il filtro del''aria lavabile. Ho scelto di usare l'olio Castrol con tecnologia Magnatec, fatto per i motori che devono sopportare lunghe pause, che dovrebbe garantire una certa adesione a tutte le superfici interne del motore, non scivolando via in basso durante le lunghe soste, in modo da avere un riavvio del motore il meno possibile a secco nei primi giri di accensione, almeno questa è la speranza.

      

Ho poi rimontato il carburatore al suo posto, verificati tutti i cavi e le tolleranze di gioco sulla manopola del gas, rimontato il filtro dell'aria ripulito e asciugato per bene, rimesso al suo posto anche il serbatoio con un nuovo pieno di benzina. Quando ho aperto il rubinetto della benzina, ho aspettato per vedere cosa succedeva... sembrava tutto regolare ma dopo circa un paio di minuti, ha cominciato a pisciare un mare di benzina dagli sfiati del carburatore. Le cose sembravano mettersi male, il carburatore almeno adesso lavora bene e butta fuori tutta la benzina in eccesso, diversamente da prima che ha allagato invece il motore. Smonto di nuovo tutto, metto serbatoi e carburatore sul bancone e li collego. Apro di nuovo il rubinetto e.... non perde neanche una goccia!! è partito qualche richiamo alle solite entità santificate ma di fatto sul bancone tutto funziona, i travasi sfiatano solo quando il carburatore va quasi in posizione orizzontale. Rimonto di nuovo tutto sulla moto e questa volta quando apro il rubinetto tutto funziona, nessuna perdita dopo 10 minuti ferma li sul posto.

      

A questo punto, con il pieno di benzina e il pieno d'olio, ho messo in movimento il motore senza farlo avviare per rimettere in circolo l'olio nel modo più soft possibile, verificato poi visivamente all'altezza delle valvole se l'olio arrivava regolarmente, tutto è andato per il verso giusto. Nella zona delle valvole si vede chiaramente dalle foto qui sotto lo strato d'umido dell'olio su tutte le superfici. Per la precisione, la prima foto qui sotto a sinistra è fatta quando era andata in circolo la benzina, infatti ho trovato la zona tutta asciutta con le parti in movimento praticamente a secco. Le altre due foto sono fatte dopo aver ripristinato tutto e si vede chiaramente l'olio che ha circolato.

    

Tutto è pronto per l'ultima rifinitura, la registrazione delle valvole. Per documentare questa ultima parte del lavoro, ho deciso di fare un video che magari può essere più utile per capire come cercare il punto esatto per la registrazione. La tolleranza da ricercare è tra 0,05 mm e 0,10 mm. Picchiettare sulla valvola permette di capire, a seconda del rumore che fa, la posizione esatta per valutare quanto gioco c'è sotto. In breve, se devo metterla a 0,05 mm, quando c'è dentro lo spessimetro da 0,06 mm non si deve sentire quasi nessun rumore, mentre a 0,05 mm un minimo si deve sentire. Molto più facile da fare che da spiegare a parole, dal video si capisce meglio credo. Nel video c'è un errore nei testi che appaiono sulle misure, invece di 0,06 ho scritto 0,6... un pò troppo ;-)

La mattina dopo sono uscito a provarla su strada e la differenza si è sentita in maniera chiara e netta. Prima del lavoro la moto su rettilineo a 90 Km/h il motore finiva la sua progressione e lentamente si avvicinava ai 105 km/h e a fatica saliva verso i 110/115 km/h, molto a fatica. Dopo la regolazione delle valvole è cambiato di molto, progressione corposa e costante fino ai 110 km/h e solo a questa velocità la progressione rallenta e a fatica sale verso i 120 km/h che comunque raggiunge. bella soddisfazione.

Commenti  

0 # xurde 2018-01-08 14:50
Excelente trabajo.Muchas gracias.Recuerdos desde España
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
0 # paolo.f 2018-01-08 15:05
many thanks... ;-)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna