Ricaricare MotoAirbag.

E alla fine è successo... dopo circa 6 anni che giro con l'airbag, l'ho fatto partire ad cazzum... uso il motoairbag, che si attiva tramite cordicella attaccata alla moto che, superata una certa soglia di tiro della corda, fa partire il pallone. Momento del pollo epico, parto dal parcheggio, penso di girare strettissimo piegando giu la moto quasi da fermo, non faccio in tempo a pensare che devo mantenere una certa rapidità sul gas adatta a sostenere la moto in piega bassa che.... la stendo per tarra! io esco al volo dalla moto e indovina un pò? sento un sonoro schiaffo dietro sul casco e capisco la cazzata appena fatta. Un paio di fanculo tirati a caso e poi mi faccio una bella e sonora risata :-) che tonno.

        

Plastidip per salvare plastiche del baule...

Circa 4 anni fa, pensavo che spendere abbondanti 200 euro per un baule di tutto rispetto, significasse finalmente avere delle plastiche nere che restassero tali negli anni... col cavolo! da nere che erano sono diventate praticamente grigio chiaro, e tutto questo stando solamente 5/6 ore al massimo, sotto al sole d'estate, in inverno forse 3/4 ore scarse. Dalle foto qui sotto è evidente il brutto stato estetico che hanno raggiunto le plastiche, colorarle a vernice non se ne parla, si scrosta con il tempo rischiando di peggiorare di più la situazione. Dopo aver visto un mio amico che sul GS1200 ha passato il plastidip su alcune parti vicine al motore, quindi al calore del motore, questo ha mantenuto un buono stato di colore e adesione alle superfici. Mi sono convinto allora di provare a recuperare le plastiche provando il plastidip. Ho preparato il baule con le mascherature sull'alluminio.

     

Lo smonta gomme.... 1 a 0 per lui.... !

A vedere chi usa, e soprattutto sa usare lo smonta gomme, fa sembrare la sostituzione di una gomma molto facile e semplificata. Ho scoperto che però molto dipende dal tipo di gomma da lavorare. Quello che io sono riuscito a fare con le sole leve per cambiare le camere d'aria, è un fallimento. Negli ultimi 10 cm di gomma da far rientrare nel cerchio per richiudere il tutto, che sono i più critici, in quel momento buco sempre la camera d'aria.... ne ho fatte fuori almeno tre in varie situazioni. Ho pensato allora che uno smonta gomme avrebbe risolto il problema, sopratutto per il fatto che a 50 euro se ne trovano di nuovi, gia con due o tre cambi gomme fatti in casa la spesa si è ampiamente ripagata. Quindi, ne ho preso uno.

    

Gemini31 si rinnova.... :-)

Gemini31 nasce nel 2010, un pò per passatempo, un pò per passione, nel marzo 2010 va online con poche cose, e ben confuse. Dopo 4 anni è cresciuto più di quel che immaginavo. Tanto per dare dei numeri, si sono registrate 133 persone, più che altro per scaricare manuali e documentazione varia (che presto tornerà disponibile), in totale ci sono state 509.000 pagine viste, circa 127.250 visite l'anno, per una media di 348 pagine viste giornalmente, e un totale di 334 commenti di utenti che hanno frequentato il sito. Per un sito nato un pò per gioco e tempo libero, direi che sono numeri che danno una certa soddisfazione. Qui sotto la grafica del vecchio sito, e più sotto alcuni grafici e curiosità. 

 

La spianata del Fosso Fioio (2012)

Senza parole....! purtroppo chi non conosce il posto non può capire cosa realmente significa, per chi invece ha vissuto il posto sa che è andato perso uno dei più suggestivi paesaggi e passaggi tra le montagne di Abruzzo e Lazio. ho avuto la fortuna di poterlo vivere in prima persona più volte, di cui l'ultima è stata la più dura che abbia mai fatto dato che mi ci sono ritrovato dentro senza volerlo con i 200kg del tènèrè. Adesso è diventata una spianata di terra che spero non sia solo il principio del fantomatico progetto di stendere asfalto per creare di nuovo una strada tra Camerata e il santuario.

PRIMA                                                                 DOPO

  

clicca sull'immagine per ingrandire

Andare in mulattiera non è reato 2011

Con molto piacere sono venuto a conoscenza di questo dettaglio molto importante per l'enduro amatoriale. La cosa non ci autorizza adesso ad invadere e devastare qualsiasi mulattiera solo perchè c'è qualcosa di concreto a cui appellarsi, ma con il giusto rispetto di tutti forse qualcosa può migliorare....

 

Muore endurista.... 19 anni

Su MotorTrip è stata aperta una discussione sull'incidente accaduto ad un endurista di soli 19 anni che purtroppo ha perso la vita in moto durante uno dei tanti giri in montagna che si fanno in generale tra enduristi. Fa rabbia leggere certe cose, soprattutto perchè può capitare a chiunque pratica questo sport. Ho letto vari articoli e opinioni a riguardo, e anche se penso che noi enduristi siamo più vittime che causa di questi comportamenti, di certo le colpe non sono solo da una parte. Purtroppo basta un solo endurista vandalo per creare nella mente della gente altri cento enduristi vandali da fermare a tutti i costi, scatenare ambientalisti e contadini contro l'intera categoria... non hanno tutti i torti, ma commettono lo stesso sbaglio del singolo endurista vandalo che oltrepassa il rispetto altrui...

clicca sull'immagine per ingrandire

Volante PlayStation 3 per GT5

Da maniaco dei motori, potevo farmi mancare una postazione PS3 con GT5 e volante? direi di no!! come al solito per pochi euro ho costruito in casa un sedile per montare il volante logitech. Basta una sedia da adattare allo scopo, la spesa non arriva a 15 euro, se manca la sedia... be... forse 50/70 euro. Qui sotto ecco cosa mi sono inventato:

con 3 pezzi di legno, una poltrona da giardino in plastica e quattro viti ho ricavato la postazione per il volante. Qui sotto la foto con tutto il materiale necessario da montare sulla sedia. Non sto a indicare misure varie e tipi di viti e fori perché chiunque voglia fare una cosa simile deve adattarsi alla  sedia che userà.

clicca sull'immagine per ingrandire

batteria Roomba artigianale con 2 ore di durata

Dopo circa 1 anno e mezzo, la batteria originale s'è schiantata, dopo 10 minuti si fermava, e la nuova costava dai 75€ ai 90€ abbondanti, ma a ben vedere dentro il contenitore batterie del romba ci sono delle classiche batterie che vengono usate normalmente anche nel modellismo. il problema però è aprire il contenitore originale IRobot che usa viti a testa triangolare, ma con un pò di buona pazienza si riesce ad aprirlo. considerando poi che quando è esaurito comunque va buttato, vale la pena violentarlo un pò per riuscire a salvarlo... dopo tanta fatica, qui sotto vedete che sono riuscito a togliere le viti e a scollare il coperchio.

clicca sull'immagine per ingrandire



Cerca nel sito:

Statistiche di Gemini31.it

Utenti
1
Articoli
202
Visite agli articoli
678289