Far diventare la leva freno dietro regolabile sul GS

Dopo aver fatto un pò di chilometri in varie condizioni, mi sono accorto che la posizione della leva del freno dietro non era delle migliore nella guida in piedi. Le possibilità di regolare questa situazione è praticamente impossibile, come la maggior parte delle moto. Ci sono vari accessori da usare come spessore ma come al solito c'è da spendere e se li fanno pagare cari.

      

Ho tolto la protezione in plastica per cercare di capire se in qualche modo si poteva modificare qualcosa per cercare si alzare la leva. La foto qui sopra a destra, fa vedere la posizione originale della lava, che si va a posizionare di fianco al tubo scarico superiore, dove ho realizzato una protezione in alluminio, sperando servi a qualcosa nel caso la moto cada da quel lato.

      

Dalle foto qui sopra a sinistra e al centro, si vede il movimento della leva e sopratutto si vede come è stata pensata la battuta finale che da poi la posizione alla leva quando è rilasciata. L'unica soluzione possibile è di tagliare via quella specie di anello dietro la leva che gli da la battuta in rilascio. Però l'idea che l'operazione è praticamente irreversibile non mi andava giu, non amo le modifiche irreversibili se non in estremi casi. La mia mente diabolica si messa in moto per trovare la soluzione migliore.

      

L'idea che mi è venuta, è quella di avere la possibilità di una regolazione a più livelli che desse la possibilità anche di riportare la leva nella posizione originale. Ravanando nel box ho trovato una barra in ferro, con un cartoncino ho ricavato la forma per realizzare da quella barra, una battuta a scorrimento dove trovare poi la posizione ideale. Le foto qui sopra mostrano i primi passi del lavoro.

      

      

Le foto qui sopra mostrano chiaramente lo scopo e la realizzazione del registro che ho pensato, doveva andare a prendere il posto della battuta finale originale della leva. Da una prima verifica del movimento, la battuta adava rifinita per permettere un margine di scorrimento e regolazione maggiore. Le foto qui sotto credo chiaricano molto meglio delle parole a cosa mi riferisco.

      

Arrivato a questo punto della lavorazione, c'era da fare la cosa più dolorosa, tagliare via una parte originale della moto dalla leva. La foto qui sopra a destra evidenzia la zona che avrei dovuto tagliare per permettere alla leva di salire nella sua posizione di rilascio.

      

Armato di dremel ho fatto il taglio chirurgico. Le foto qui sopra illustrano bene il taglio fatto. In questo modo, togliendo la battuta originale con il nuovo registro montato al suo posto, la posizione della leva rimane ancora nella sua posizione originale, questo vuol dire preservare l'originalità della moto se mai volessi tornare indietro, o se mai vendessi la moto per il futuro proprietario. Vista la buona riuscita della cosa, ho pensato di realizzare anche una sorta di misurazione della posizione a cui far riferimento poi nella regolazione. La foto qui sopra a destra mostra le scanalature di riferimento che ho fatto, un pò come le tacche che in genere sono sul forcellone dietro per regolare la tensione della catena.

      

Ultima cosa da fare adesso, era la reale regolazione del punto di intervento dove la pinza inizia a stringere il disco. Senza questa regolazione, la leva si è alzata si di posizione ma il punto in cui la frenata inizia è sempre lo stesso, quindi di fatto non cambia ancora niente nella frenata. Si deve agire sul registro del perno che va ad infilarsi nella pompa idraulica del freno, va allungato, in questo modo si alza il punto di intervento reale della frenata. Occhio a questa regolazione che sembra banale ma non lo è, se si alza troppo il punto di intervento, se c'è troppo poco gioco tra la posizione di riposo e quella di inizio frenata, si rischia che in pochi chilometri di strada, al salire della temperatura dell'olio, la pinza del freno si serra da sola sul disco mantenendo quindi la ruota dietro frenata. 

 

Nelle foto qui sopra il risultato finale e la nuova posizione della leva, che va a posizionarsi quasi al disopra del tubo dello scarico, migliorando di conseguenza anche la protezione di questo che in caso di caduta, non si ritrova contro la pedana della leva in pieno ma in una posizione più sfuggente, che in accoppiata alla protezione in alluminio dovrebbe mettere al riparo il tubo da possibili danni da banali cadute.


Stampa   Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna