Leva cambio regolabile su GS 800

Prevenire è meglio che curare, e questa 800 in ottica enduro previene ben poco... La leva cambio è un pezzo di ferro rigido con solamente degli intagli per indebolirlo e far in modo che si pieghi in caso sfigato di caduta. Per come la vedo io il concetto in se è ancora più sfigato perchè non è detto che, una volta che la leva in caso di caduta abbia assecondato l'evento e si sia piegata chissà in quale modo, che sia possibile raddrizzarla e proseguire la strada. Dopo qualche ricerca ho visto che l'unica soluzione era la leva pieghevole touratech, con un costo come al solito un pò esagerato, c'è anche l'opzione che prevede la regolazione in lunghezza, con un costo ancora più spropositato.

        

Scelgo la via più economica, quella solo pieghevole. Dopo qualche giorni mi arriva il pacco e provo subito a montarla. Cerco di posizionarla alla stessa altezza dell'originale, mi accorgo però che qualcosa non va... non riesco a posizionarla come vorrei, o più alta che poi sbatte al carter motore in cambio marcia, o più bassa che non riesco poi ad usarla con gli stivali da enduro. Prova che ti riprova che poi capisco dove è il problema. Nella foto qui sopra al centro è evidente il problema, il millerighe della touratech non corrisponde a quello originale, e sopratutto sembra fatto con la precisione di una cinesata inguardabile. Già mi stavo stressando solo a pensare di dover fare il reso. Poi però mettendo le due leve vicine, mi sono accorto che avrei potuto unirle per crearne una con la possibilità di avere anche la regolazione in lunghezza. Questa modifica però implica il dover tagliare si ala leva originale che quella touratech.

      

Comincio quindi a lavorare la leva touratech, tagliandola poco prima del punto di piegatura verso l'albero del cambio. Una limata per stondare tutti gli spigoli del taglio e renderla magari anche meno tagliente, con ultimo ritocco con una pò di colore nero per coprire il taglio e preservare anche l'occhio che vuole la sua parte.

      

Passo quindi a tagliare anche la leva originale e poi accoppio il tutto con due bulloni passanti che permettono poi la regolazione in estensione per circa 3 centimetri. Visivamente il risultato non è come immaginavo, non è proprio bellissimo da guardare, forse dovrei tagliare la sporgenza che rimane della leva touratech nella parte dietro, però la funzionalità e precisione che cercavo c'è tutta senza comprimessi.

      

Unica pecca secondo il mio modo di vedere, è che adesso in cambio marcia la piccola sporgenza dei due bulloni sfiora il carter motore e la cosa non mi piace tanto. Ho comunque in mente la soluzione che a breve pubblicherò, una placa di alluminio a protezione del carter motore subito dietro la leva del  cambio. A questo link il lavoro della protezione del carter motore che ho poi realizzato.


Stampa   Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna