Sostituire cuscinetti ruota posteriore GS 800

Avevo in programma di fare il cambio catena, corona e pignone, e gia che stavo mettendo le mani sulla trasmissione e ruota dietro, mi sono procurato anche un kit di sostituzione cuscinetti nel caso fosse stato necessario intervenire anche su quelli, che infatti manifestavano i primissimi segni di affaticamento. Il cuscinetto più critico è quello che fa parte del supporto della corona, se quello cede si fanno i danni seri alla moto, gli altri due sull'albero della ruota sono meno critici.

        

La situazione che ho trovato sui tre cuscinetti a 33.000 km è che quello che fa parte del gruppo corona raschiava ma non avevo gioco, quello di sinistra manifestava i primi segni di raschiamento, mentre il cuscinetto più interno lato corona era ancora in buono stato. Avendo tutto il kit per fare la sostituzione completa, ho fatto il lavoro completo. L'estrazione dei vecchi cuscinetti dalle loro sedi, è stata meno complicata del previsto, non è servita troppa violenza per convincerli ad uscire.

      

      

Nelle foto qui sopra, si vede tutta la sequenza per poter estrarre il cuscinetto dal gruppo corona della ruota, partendo dalla foto in alto a sinistra, si toglie il parapolvere senza alcuna difficoltà, si accede cosi alla molletta che sta sotto, un pò più antipatica da togliere ma niente di impossibile. Tolta la molletta, si può cominciare a preparare l'estrazione del cuscinetto sfruttando il distanziale che si trova dietro. Questo distanziale è in alluminio, quindi non è saggio prenderlo direttamente a martellate, meglio intromettere qualcosa di più morbido per evitare di spaccarlo al primo colpo. La foto della seconda fila qui su a sinistra, mostra come ho fatto per evitare di colpire direttamente il distanziale. Si deve lasciare dello spazio libero sotto la corona per permettere al cuscinetto di cascare giu (foto al centro), qualche colpo deciso e in un attimo tutto viene fuori.

      

      

Si procede poi per rimontare il nuovo cuscinetto rimettendo al suo posto il distanziale in alluminio (fono in alto a sinistra) poi il nuovo cuscinetto che per il primo mezzo centimetro, più o meno, entra da solo nella sede, poi sarà necessario intervenire a contrasto con il vecchio cuscinetto sopra il nuovo per dargli un paio di mazzettate fino a farlo scendere completamente nella sua sede (foto in alto a destra). Una volta sceso nella sua posizione, si rimette la molletta che come al solito richiederà qualche tentativo prima di riuscire a metterla a posto. Per finire, si mete il nuovo parapolvere a coprire il tutto.

Sistemato il gruppo corona, si passa all'asse della ruota dove ci sono altri due cuscinetti da estrarre. Il concetto è lo stesso ma i modi di estrazione dei vecchi cuscinetti sono diversi. Tra i due cuscinetti c'è di nuovo un distanziale interno che apparentemente impedisce la rimozione dei cuscinetti dall'interno del mozzo della ruota. Usando una leva (consiglio di usare una leva con profilo tondo) si riesce invece a scostare questo distanziale per poter arrivare al bordo interno del cuscinetto, su cui battere con una certa decisione fino a far saltare fuori il cuscinetto da sostituire.

      

Diciamo che con 5 o 6 mazzettate ben assestate, il cuscinetto cede e salta fuori facendo uscire anche il distanziale interno. A questo punto si riesce a lavorare anche l'altro cuscinetto che è coperto da un parapolvere e tenuto fermo dalla solita solita molletta. La foto qui sotto a sinistra mostra la parte esposta del cuscinetto dal lato interno del mozzo della ruota, su cui si può facilmente battere per estrarlo.

      

Una spennellata di grasso sulla sede per facilitare l'inserimento del nuovo cuscinetto, e anche qui si procede con il vecchio cuscinetto a contrasto per poter infilare completamente il nuovo fino in fondo, poi la molletta a fermare il tutto e parapolvere finale. Assolutamente da non dimenticare di rimettere il distanziale interno prima di richiudere tutto con i nuovi cuscinetti. Giusto per non stressare troppo il mozzo della ruota, ho pensato di riscaldare la sede prima di mettere il nuovo cuscinetto al suo posto, non è strettamente necessario ma potrebbe facilitare la cosa.

      

      

A questo punto resta solo da rimontare la ruota al suo posto e verificarne la scorrevolezza. Il mio lavoro è proseguito poi con la sostituzione di catena corona e pignone che potete trovare a questo link


Stampa   Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna