Presa 12V sul Tènèrè

Montare una presa 12v sul Tènèrè è molto semplice, sopratutto perchè è predisposta con un connettore nel cuscottosotto chiave pronto a fornire i 12v (foto qui sotto). Togliendo la plastica di copertura sotto al cruscotto, è facilmente raggiungibile il connettore dove arrivano due cavi, uno nero per il negativo, e l'altro marrone per il positivo.

clicca sull'immagine per ingrandire

La parte più difficile è quella di trovare un punto dove fissare fisicamente la presa senza che questa vada ad interferire con i movimenti del manubrio e di tutti i cavi presenti. Sul lato destro del manubrio c'è il tubo del freno idralulico davanti che prende molto spazio durante i movimenti di sterzo, mentre sul lato sinistro rimane più spazio. Ho smontato quindi il fianchetto sinistro del cupolino e ragionato su quale potesse essere il miglior punto di fissaggio.

   

clicca sull'immagine per ingrandire

Con due viti ho fissato la presa all'interno del finachetto sinistro nella parte bassa in modo che rimanesse più spazio possibile per poter usare anche caricatori che sporgono molto oltre la presa stessa. Anche se il cavo predisposto della moto è sotto fusibile, ho preferito mantenere un fusibile dedicato alla presa per avitare il più possibile che arrivi qualsiasi problema al circuito della moto. Per prelevare i 12v ho portato due cavi che ho infilato nella parte posteriore del connettore originale della moto (foto in basso a sinistra) cosi da evitare qualsiasi modifica al connettore stesso che rimane libero per poter essere ancora usato dalla parte frontale per altri lavori futuri.

   

clicca sull'immagine per ingrandire

Una volta fissata la presa eil cavo, ho rimontato tutto e verificato che il movimento del manubrio non interferisse con la presa anche con caricatori di grnadi dimensioni che sporgono molto per il movimento del manubrio.

   

   

clicca sull'immagine per ingrandire

Aggiornamento 5/1/2014

Un mio amico ha fatto lo stesso lavoro sul suo Tènèrè, e devo dire che ha trovato una soluzione più raffinata della mia. Io per la presa ho speso solo 6 euro mi pare, lui circa 20 euro per una presa con attacco da manubrio, e, inteoria, dotata di circuiteria interna che rileva lo stato della batteria, che, se il voltaggio è troppo basso, si disattiva. Questo vuol dire che può essere collegata direttamente alla batteria lasciando libera la predisposizione de 12v sotto al cruscotto. Qui sotto la serie di foto che parlano da sole, questo tipo di presa è composto da due parti che si uniscono tra loro con un connettore stagno, quello che si vede nella foto di sinistra.

   

clicca sull'immagine per ingrandire

Ha fatto passare i cavi di fianco al radiatore, ben protetti, e la parte del cablaggio che si fissa direttamente alla batteria, è dotata di fusibile stagno.

   

clicca sull'immagine per ingrandire

Il fissaggio della presa al manubrio è molto semplificato dato che è previsto un apposito aggancio a misura. Soluzione molto più comoda della mia dove ho la presa fissa al cupolino, e non segue il movimenti del manubrio, quindi quando la uso, i cavi li devo posizionare molto attentamente per evitare situazioni di tensione che potrebbero strappare o rompere qualcosa. In questo modo invece, la presa è parte del manubrio e ne segue i movimenti eliminando qualsiasi problema sui cavi.

   

clicca sull'immagine per ingrandire


Stampa   Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna