Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

E' da un pò che ho in mente di scrivere anche questa storia, poi però ho sempre desistito... o meglio, ho cercato di studiare la situazione per evitare di essere polemico inutilmente, la data della lettera pubblicata più sotto, conferma che la questione parte dal lontano 2015. Partiamo dall'inizio, dal momento in cui presi la mia Tènèrè usata con solo 7000km. Tutto perfetto, nessun graffio, nessun problema, tutto funziona, ma, noto un piccola imperfezione dell'adesivo sinistro del serbatoio. Poco male, cosi è e cosi resterà per il resto della sua vita pensai. Yamaha ha deciso di ricoprire gli adesivi con il lucido finale della colorazione del serbatoio. In poche parole, l'adesivo originale, col cavolo che lo si toglie, c'è da sverniciare la superficie prima di arrivare all'adesivo. Considerando questo, pensai che difficilmente avrebbe potuto rovinarsi ancora, qui sotto nelle due foto il dettaglio di cui parlo.

   

In effetti, per quella piccola imperfezione, cosi è stato, dopo 4 anni circa è praticamente rimasta allo stesso stato. Il problema è su tutto il resto. Passano gli anni, la moto va fuori garanzia e con il tempo noto che la parte destra del serbatoio, sta cambiando sotto l'adesivo. Se la colorazione e adesivo fossero stati realizzati nel modo classico, cioè un semplice adesivo sopra il colore, nessun problema, si cambia l'adesivo prima o poi... ma sul Tènèrè non si può! Come detto in precedenza, l'adesivo è sotto il lucido, impossibile da togliere se non sverniciando.

   

Cominciano a comparire puntini marroni, simile a ruggine (foto qui sopra), cosa impossibile visto che il serbatoio è in resina. Nel giro di un anno l'adesivo è completamente compromesso. Adesso, visto che tutto il serbatoio è prodotto in questo modo, è assolutamente impossibile che l'utente finale possa in qualche modo rovinare l'adesivo che, lo ripeto, è ricoperto da un massiccio strato di lucido applicato in produzione. Allora pensai: chissà se yamaha c'ha le palle. La moto aveva appena finito la garanzia da qualche mese. Passai da un concessionario autorizzato, questo si rese conto palesemente come me della teoria per cui il serbatoio è un blocco unico con le grafiche, un pezzo prodotto e curato in fabbrica. Per lui non ci fu problema a convocare un perito yamaha che casualmente da li a pochi giorni sarebbe passato in negozio. Presi i dati e tutte le informazioni, fu aperta una pratica con yamaha. Dopo circa un paio di mesi senza aver più parlato con nessuno, arriva una lettera da parte di yamaha che vedete per intero qui sotto, in poche parole, la moto è fuori garanzia e me la prendo nel secchio. Ok, prendo atto della cosa, fortunatamente non me ne può fregar di meno, era solo un test verso yamaha, a parer mio fallito in pieno. Sarebbe bastata la buona volontà di un qualche segno di attenzione... un tagliando al 50%, un litro d'olio, almeno l'intenzione di curare i rapporti, qualche euro insignificante per le loro tasche che avrebbe prodotto molto rispetto verso il marchio con un articolo decisamente diverso. Avrebbero investito 50 euro in reputazione che ne avrebbe portati molti di più.

Il tempo passa ma continuo a studiare la cosa. La statistica a parer mio dice che yamaha è assolutamente colpevole sia nel controllo qualità, quanto nel gestire la sua immagine con i clienti. Non è una mia opinione, è un dato di fatto! è passato qualche altro anno, ed ho fatto le mie statistiche su questo problema. Posso tranquillamente affermare che circa il 30/40% delle XT660Z bianche, presenta lo stesso identico problema. Avrei dovuto fare una verifica sui seriali delle moto, magari si è trattato solo di una serie di X mila pezzi con questo problema, ma a me è bastato constatare che su 10 moto bianche incontrate, almeno 3/4 cominciavano a presentare il problema, fino ad arrivare a serbatoi completamente devastati in poco tempo come quello qui sotto in foto.

      

Bel capolavoro è?! Il mio serbatoio farà la stessa fine. Io credo che la velocità con cui il problema si presenta, è in proporzione al tempo in cui la moto rimane sotto il sole spietato dell'estate. Come da titolo, la classe non è acqua. Cara yamaha, il tuo rivale bmw richiama e risolve problemi fuori garanzia con più onestà (non sempre, con le dovute eccezioni anche in bmw), solo per citare un esempio presente qui sul sito da verificare a questo link. Yamaha, ha avuto sicuramente un problema in produzione che nega e ci passa sopra come niente fosse. Non volevo che mi fosse sostituito il serbatoio, poco me ne frega per la vita che fa la mia moto, bastava anche solo affrontare la cosa in maniera più diplomatica che non una lettera che afferma quello che tutti gia sapevamo in termini diciamo "legali" ma tutti sappiamo, anche tu yamaha, che il serbatoio, o meglio, i serbatoi bianchi, hanno avuto seri problemi in produzione che non ti conviene affrontare.

   

Ricordo che quando avevo l'SWT440 Honda, un misero scooter di buon livello, ero trattato in guanti bianchi, senza nemmeno richiederlo arrivarono gadget dedicati allo scooter da casa madre a sorpresa, piccole cose, uno scaldamani chimico e non ricordo che altro, cose che però hanno il loro innegabile peso. Chiamato al telefono ad ogni tagliando per sapere come erano andate le cose. A parer mio la reputazione yamaha s'è un pò annacquata, ciò nonostante aspetto con curiosità la nuova Tènèrè 700 che hai visto mai possa arrivare nelle mie mani prima o poi.

Se quell'adesivo non fosse stato sotto la verniciatura del lucido, me ne sarei stato in silenzio, ma è un dettaglio che fa la differenza.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna