Paracoppa GIVI sul Tènèrè

Di serie il Tènèrè monta un bel paracoppa che purtroppo e in plastica, fa il suo buon lavoro, ma potrebbe non bastare se ci si mette di mezzo la sfiga, che c'ha un bella mira quando vuole. Mi sono messo alla ricerca di un paracoppa originale yamaha, quello in alluminio, pensando che fosse fatto meglio di quello in plastica. Una volta montato però mi sono reso conto che non era poi un gran che.... è si di alluminio con la sua resistenza sicuramente maggiore della plastica, il problema è che è più piccolo di quello in plastica, molto più piccolo. Questo comporta che il motore è più esposto. E a conferma di questo, qualche tempo dopo averlo montato, la sfiga ha cercato di fare il suo danno. In un passaggio ad una velocità poco più che a passo d'uomo, tra sassaiole e spuntoni di roccia, ho preso in pieno un masso interrato e sporgente quel tanto che basta da prendere in pieno il carter motore. Terribile sentire il suono sordo si una bella martellata sul motore, che si ripercuote su tutta la moto, nel mezzo del nulla. Puoi solo pregare che la fortuna ti assista... me la sono cavata con una la bella cicatrice che si vede in foto qui sotto a sinistra.

    

Dalla foto qui sopra di destra, si vede che il paracoppa in alluminio, sovrapposto a quello in plastica, è più piccolo, e alcune zone non le copre affatto. Mi sono messo alla ricerca di altre soluzioni, compresa quella di autocostruire l'oggetto come secondo me dovrebbe essere. Poi ho scoperto che GIVI, ad un prezzo più che umano, ha in catalogo un paracoppa che è addirittura poco più grande di quello originale in plastica yamaha, e riesce anche a proteggere la parte bassa della pompa dell'acqua. Nelle foto qui sotto a sinistra, il confronto dei tre diversi paracoppa affiancati, al centro l'originale yamaha in alluminio sovrapposto al GIV, e a sinistra quello di serie in plastica sovrapposto al GIVI.

     

Qui sotto il confronto di quello in allumino originale yamaha, e di quello di serie in plastica. Quello in plastica copre molta più superficie sul fianco e sotto al motore, non tanto, ma quel che basta per preferirlo a mio modo di vedere.

    

Il montaggio non è niente di troppo complicato, si sostituisce il bullone del supporto motore che deve essere più lungo, e vanno aggiunti i braccetti di sostegno a cui poi fissare realmente il paracoppa. Essendo GIVI anche il paramotore superiore, i due di accoppiano alla perfezione.

   

   

Una volta fissati i braccetti, montare poi il paracoppa è un attimo. Una volta montato, mi sono accorto però che anche questo ha le sue pecche. E' molto distante dal motore, l'originale seguiva molto più da vicino il profilo del motore. Questo potrebbe essere positivo per certi versi, però diminuisce leggermente la portata di gradino che la moto può affrontare prima di spanciare.

   

   

Mi sento molto più tranquillo a girare per le sassaiole con questo paracoppa rispetto agli altri, anche con le sue piccole pecche. Molto positivo anche il fatto che la parte bassa della pompa dell'acqua viene protetta con un profilo che la segue nella sua forma, anche se poteva essere fatto meglio di come è secondo me.

   

   


Stampa   Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna