Test Rockrider 9.1 SWUP Bike Park

Il 19 sono stato al bike park a Campo Felice per testare un pò la bici e provare nuovi divertimenti. Per la rockrider 9.1 è stato un test veramente estremo, al limite delle sue capacità...anzi diciamo decisamente "oltre" le sue possibilità ma nonostante questo mi ha fatto divertire. All'inizio è stato difficle adattarsi al tipo di terreno nuovo e riuscire a percorrere in velocità i bob artificiali. Le pendenze di alcune discese sono decisamente impegnative le prime volte e non c'è verso di fermarsi con i freni perchè la pendenza in alcuni tratti ti trascina giu comunque, si deve assecondare il terreno e scendere giu... ci sono drop e salti degni di una moto, la rockrider non può proprio affrontarli, è oltre ogni sua capacità.

  

clicca sull'immagine per ingrandire

Dopo qualche discesa fatta per capire il terreno ho cercano di regolare un pò le sospensioni ammorbidendole, pagando però un pò di fondo corsa perchè cercare di stare nel range dei 120mm di escursione per tutti i percorsi è impossibile, ci si trova tra le mani una mtb troppo dura e isterica. Abbassando la pressione delle sospensioni la percezione del terreno è migliorata filtrando di più gli scossoni delle piccole asperità in velocità ma come dicevo si paga nei fondo corsa che è matematico farli sulla 9.1. Dopo aver preso un pò di confidenza ho cominciato a selezionare le rampe per i salti che potevo fare, o meglio che la bici poteva reggere. Ho cominciato a capire come percorrere per intero le parabole artificiali aumentando la velocità. Le gomme di serie del 9.1 sono un altro limite, troppo fine e in velocità nel tratto di strada bianca e pietraia invece di galleggiare sopra lo strato di sassi facilmente ci si infila dentro un binario che fa scodinzolare la bici... mentre invece di fianco gli altri con le DH sfrecciavano via tranquilli. Tanto per curiosità a fine giornata la velocità di punta sul tratto più veloce per me è stata di 57Km/h.

  

clicca sull'immagine per ingrandire

Si sta sempre attaccati ai freni a controllare la velocità di discesa per non sfracellarsi contro gli alberi... quelle poche volte che ho provato a mollare un pò per infilare qualche piccolo salto mi sono ritrovato all'atterraggio con una accelerazione eccessiva dovuta al fatto che la totalità del percorso è in discesa, quindi di fatto si salta verso la discesa... un mix che non avrei mai immaginato che imprimesse una certa accelerazione che è tutta da contenere subito dopo l'atterraggio... no no!!la 9.1 non è fatta per fare questo e me lo ha fatto capire molto bene in un paio di occasioni...! nel pomeriggio quando oramai avevo preso una certa confidenza mi sono infilato anche nel doppio panettone gigante che si vede nelle foto in alto a destra. BELLISSIMO! anche se la prima volta sono riuscito a passare solo il primo panettone, mentre al secondo ero troppo lento e sono ricaduto dietro. Ho visto anche un tipo che si è fatto veramente male saltando troppo lungo sul primo panettone finendo direttamente oltre la rampa di discesa con un bel botto per terra. Riuscire a farlo in sequenza però è di una goduria che non si descrive... si deve fare e basta!!!

Qui sotto le foto delle tracce gps fatte durante tutte le discese, compresa la risalita dall'altra parte della montagna (lato campo felice) dove si arriva con la macchina per prendere la prima funivia che porta all'inizio delle varie discese e quindi all'altra funivia che è quella effettivamente usata poi per le risalite. Purtroppo google non ha foto dettagliate di campo felice e nella foto si vede tutto sgranato!

  

clicca sull'immagine per ingrandire

Per pura curiostà statistica dei numeri, qui sotto nella foto si possono leggere alcuni valori relativi alle pendenze delle discese rilevate dal gps, e alle velocità di discesa nei vari tratti...

La funivia sale mediamente tra 8/10kmh, la discesa più corta è di circa 1,3km e la più lunga 1,7km. La pendenza massima in discesa si attesta a ben -37,8%, Il punto indicato dalla freccia rossa nella foto è il tratto dove si raggiunge la meggiore velocità tra i 40 e i 57 Kmh... almeno per me... ma con la bici giusta si va molto di più!!

clicca sull'immagine per ingrandire

Il bike park sicuramente è un divertimento da provare, non è da prendere alla leggera perchè da subito è chiaro che ci si può far molto male se non si va misurati e con attenzione, quindi attrezzati di casco e protezioni come si deve. Poi quando dice "culo" la giornata diventa indienticabile! indimenticabile perchè c'è stata una estrazione a premi ed ho vinto un abbonamento stagionale per tutto il 2011, meglio di cosi non poteva andare! ci tornerò di sicuro. Qui un pò di foto, e vi rmando anche al sito del parco dove trovate altre foto e informazioni, merita veramente di essere provato.


Stampa   Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna