Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Forse per divertirsi in bici non serve spendere sempre una fortuna, magari con qualche centinaio di euro ci si prende qualcosa di discreto per chi non ha il pallino tecnico e la ricerca delle prestazioni... ambiente tipicamente femminile, per questo ho preso una Rockrider 6.2 per la mia lei. La mia opinione su questa bici è che il rapporto tra spesa e capacità della bici è molto equilibrato. Paragonata alla 6.3 non c'è storia! la 6.3 è un vero disastro totale, questa invece è più onesta, e rispetto alla 6.3 paga una corsa delle sospensioni più corta, ma per il resto decisamente più adeguata alla spesa.

clicca sull'immagine per ingrandire

Qualche lato negativo magari c'è anche spendendo poco, infatti si tratta di ben 15,3Kg da portarsi dietro, ma poi in effetti la bici non è che sia pensata per pratiche estreme, ti permette di assaggiare un pò di fuoristrada appena appena impegnato. 24 rapporti al cambio e corsa delle sospensioni che si attesta a 80mm. La sospensione posteriore è su un fulcro fisso al telaio e l'ammortizzatore è quello che è, regolabile solo in precarico sulla molla, ma visto lo scarso peso della mia lei è praticamente tutta scarica altrimenti non lavora proprio.

 

clicca sull'immagine per ingrandire

La scelta del fulcro fisso in posizione rialzata e avanzata rispetto all'asse dei pedali, è un ottima soluzione che da a questa bici quel qualcosa in più che gli permette di provare tracciati anche impegnativi, non troppo, ma gli è possibile. Questa soluzione, a seconda della marcia in uso, permette un diverso comportamento del carro posteriore quando è sollecitato dalle pedalate. Se vedete la foto qui sotto, il punto rosso è la posizione del fulcro fisso al telaio in posizione avanzata e rialzata, e le linee gialle evidenziano la direzione delle forze di spinta delle pedalate che varia a seconda della marcia usata. Questo significa che se uso una marcia per rampicare su una salita, la spinta generata dal pendale, va a scaricarsi al di sotto del fulcro limitando cosi l'effetto di compressione della sospensione posteriore.

clicca sull'immagine per ingrandire

La sospensione davanti è molto basica, escursione sempre di 80mm, e regolazione sulla durezza un pò approssiata con un regolatore in plastica che non capisci mai quello che stai facendo realmente.... lascia un pò il tempo che trova come per il mono posteriore. Anche questo lo tengo completamente scarico per il poco peso della mia lei che la bici deve sopportare. Per quanto posso essere approssimate come sospensioni, all'atto pratico poi però lavorano discretamente. Nelle varie uscite fatte mi sono messo a seguire la mia lei in sella per osservare il lavoro delle sospensioni, e con qualsiasi andatura c'è una discreta risposta al terreno. All'aumentare dell'andatura si comincia poi a sentire il fondocorsa.

 

clicca sull'immagine per ingrandire

Il cambio è la parte che può dare problemi. E' quello che è, e facilmente sulle marce centrali può essere impreciso sullo sconnesso. Richiede un pò di tempo in regolazioni per portarlo ad essere più stabile possibile nei cambi, ma come dicevo all'inizio la bici è pensata per un fuoristrada basilare con qualche accenno un pò più impegnato, ma è comunque limitata.

 

clicca sull'immagine per ingrandire

Per quanto riguarda i freni niente da dire, dei V-Brake comuni ma molto efficaci. Rispetto alla 6.3 che sono a disco via cavo, questi della 6.2 sono molto più performanti e capaci di cappottarti in avanti...

clicca sull'immagine per ingrandire

Ultimo dettaglio, sia la davanti che dietro c'è la predisposizione per montare freni a disco, decisamente sconsigliato per il tipo di bici.

Commenti  

0 # mirco 2014-11-26 21:50
Sono mirco da Genova ho una 6.3 secondo me cambiando gomme pastiglie freni la 6.3 diventa una buona bici per terreni accidentati. se volete verdere foto della mia rockrider 6.3 del 2011 scrivetemi alla mia email :)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
0 # filippo 2014-11-26 21:50
io possiedo sia la 6.3 che la 6.4 del 2011 e non puo' essere che la 6.2 con telaio del 2009 sia migliore della nuova 6.3 a meno che daca non abbia degli ingegneri idioti!
detto questo in base al prezzo hai la qualita' della bici gia' dalle foto si evinche che la forcella non e' nemmeno bloccabile etc etc
imageshack.us/photo/my-images/855/img0522zj.jpg
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore
0 # paolo.f 2014-11-26 21:51
Il rapporto qualità/prezzo per la 6.2 è secondo me più onesto, almeno per la serie del 2009... nella 6.3 che ho avuto per qualche giorno, il reparto freni era osceno! incapace di bloccare la ruota davanti per farmi cappottare, con la 6.2 mi ci cappotto tranquillamente in avanti.... seriamente, non riusciva a bloccare la ruota davanti. scendendo una scalinata non potevo dosare la veocità perchè non frenava! quello che vedi a occhio nella 6.2, sia in limiti che pregi, cosi è, non hai sorprese, la 6.3 si mostra un pò più spavalda ma non altrettanto efficace. Tutto questo discorso VALE PER I MODELLI 2009, oggi magari è diverso... non lo so...
dalle tue foto mi sembra di vedere che le tue montino freni idraulici che gia cambiano radicalmente un putno negativo da me riscontrato, e la 6.4 monta addirittura un mono più performante che migliora ulteriormente la situazione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione | Segnala all'amministratore

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna